Stéphanie Berger

Il VIP e la Posta

Stéphanie Berger, comica, moderatrice, attrice

In tour attraverso la Svizzera con il programma «No Stress, no Fun!»

Ritiene che la Posta sia un’azienda innovativa?

Sarebbe interessante sapere come risponderebbero i collaboratori a questa domanda. Come cliente, in linea di principio trovo che la Posta sia molto innovativa.

Utilizza i nuovi servizi della Posta?

A quanto pare no, dal momento che non so a quali vi riferiate esattamente.

Ha già testato TWINT?

No, ma lo proverò prossimamente. Non sono al passo con i tempi, accidenti! La velocità della tecnologia moderna mi stupisce ogni giorno di più. Grazie a Dio ho un figlio che è in grado di spiegarmi tutte le novità a cui non riesco a stare dietro. Lo chiamo subito... GIULIEN!

E il WiFi sugli autopostali?

E va bene, mi candido per la parte dell’antipatica in questa intervista. Non utilizzo i trasporti pubblici. Ho bisogno di privacy in macchina.

Invia ancora cartoline postali?

No, ma mio figlio me ne ha inviata una da scuola. Frequenta la prima elementare. Per me è un documento di valore inestimabile e un ricordo per tutta la vita! Però spesso mi capita ancora di scrivere lettere a mano, ma deve trattarsi di una persona speciale. Chi riceve una lettera scritta a mano da me può ritenersi una delle persone più importanti della mia vita.

Utilizza spesso i punti di accesso della Posta? Contano le buche delle lettere, gli uffici e le agenzie postali, lo sportello automatico My Post 24, il servizio PickPost, lo SpeedyShop delle FFS ecc.

Adoro e apprezzo tantissimo il contatto personale che abbiamo nel nostro ufficio postale di Hombrechtikon. Gli impiegati sono sempre molto gentili e ci chiediamo ancora reciprocamente come va, una realtà che va preservata a ogni costo.