Mercato dei servizi finanziari

14.03.2017
E-Finance

PostFinance

Anche PostFinance deve far fronte a crescenti sfide, tra cui in particolare il persistere dei tassi d’interesse negativi sul mercato finanziario e la trasformazione digitale del settore bancario. Ciononostante PostFinance è riuscita a migliorare il proprio risultato d’esercizio, che si è attestato a 542 milioni di franchi (+83 milioni rispetto all’anno precedente). Questo aumento è riconducibile in primo luogo ai ricavi non ricorrenti derivanti dalla vendita di portafogli azionari e di una partecipazione. I ricavi d’esercizio hanno pertanto evidenziato un lieve aumento, passando da 2143 milioni a 2155 milioni di franchi. Sul risultato hanno gravato invece i minori ripristini di valore su investimenti finanziari in portafoglio, come pure alcune rettifiche di valore su singole voci. Un netto calo è stato registrato da PostFinance nel reddito da interessi al lordo delle rettifiche di valore (–48 milioni di franchi rispetto all’anno precedente). Questa tendenza negativa è probabilmente destinata a protrarsi nei prossimi anni, poiché il divieto di concedere crediti continua a rendere difficile per PostFinance investire in modo redditizio i depositi dei clienti in un contesto come quello attuale, caratterizzato da tassi d’interesse negativi. A ciò si aggiungono oneri di lungo periodo per progetti strategici e interventi di manutenzione degli edifici, che hanno fatto salire i costi d’esercizio.