All’avventura!

Estate, tempo di vacanze. Sui monti in bicicletta, in treno attraverso la steppa o in mezzo alla natura con spirito d’avventura: le settimane di ferie dei collaboratori sono ricche di avvenimenti.

03.07.2018
Testo: Claudia Langenegger

Edith Mazzanti ha attraversato la Svizzera a piedi, Veronika Rickli ha intrapreso il mitico viaggio transiberiano e Roger Loetscher è diventato team leader di unihockey come secondo lavoro. Questo è stato possibile perché, oltre a fruire delle vacanze ordinarie, i collaboratori hanno potuto godere di congedi non retribuiti e gratifiche per anzianità di servizio o della possibilità di convertire il tempo di lavoro in vacanze. E non da ultimo, dell’appoggio dei loro superiori diretti, che hanno sostenuto i loro progetti.

Anche i giorni di vacanza «normali» vengono utilizzati per i progetti più svariati. Alcuni amano trascorrere il tempo libero a contatto con la natura selvaggia, mentre altri si godono semplicemente la bellezza del nostro Paese. La cosa fondamentale è stare lontani da computer e cellulari e non dover essere costantemente reperibili!