«I collaboratori sono aperti a un cambiamento»

Grazie al cambiamento d’impiego temporaneo (CIT) i collaboratori possono conoscere altre unità. Hannah Zaunmüller, resp. Talenti presso la Posta, ci spiega come funziona.

17.02.2015
Testo: Annick Chevillot; Foto: Monika Flückiger
Hannah Zaunmüller

Il 79% dei collaboratori si dice disposto a un cambiamento d’impiego temporaneo presso la Posta. Questo risultato la coglie di sorpresa?

No, il risultato non mi sorprende. Mi fa piacere che la maggior parte dei collaboratori della Posta è disposta a un cambiamento d’impiego temporaneo. Anche per questo abbiamo introdotto tale offerta. Nei nostri principi di gestione e di collaborazione parliamo di «flessibilità». Ora offriamo a tutti l’opportunità di essere flessibili, di assumere un nuovo incarico e quindi una nuova prospettiva all’interno dell’azienda.

Come funziona questo scambio nella pratica? Per molte unità è difficile rinunciare per sei mesi a dei buoni collaboratori...

Certamente non è una decisione semplice. Tuttavia la domanda è: qual è lo scopo che ci prefiggiamo con la mobilità interna? Noi intendiamo rimanere un datore di lavoro allettante per i collaboratori esistenti, ma anche per quelli nuovi. I collaboratori possono perfezionarsi, raggiungendo e migliorando la propria impiegabilità sul mercato. Quando poi ritornano dopo un cambiamento d’impiego temporaneo, hanno nuove idee e generano in questo modo un valore aggiunto nell’unità originaria.

I cambiamenti d’impiego temporanei possono avere luogo tra tutte le unità?

Sì, l’idea del CIT è proprio quella di conoscere diversi mercati della Posta e di intensificare la collaborazione tra le unità. I collaboratori della Posta saranno quindi più capaci di pensare in modo trasversale alle unità e svilupperanno soluzioni innovative per la nostra clientela.

Come devono procedere gli interessati?

I collaboratori interessati devono possibilmente attivarsi in prima persona. Candidatevi per i posti disponibili nell’ambito del CIT, cercate le job rotation appropriate e proponetele al vostro superiore. Ai superiori suggerisco di consentire tali opportunità di sviluppo ai propri collaboratori.

E lei? Anche lei sarebbe disposta a uno scambio di questo tipo?

Certo, sono pronta.

Partecipate!

L’offerta di un cambiamento d’impiego temporaneo trasversale alle unità è rivolta ai collaboratori e ai quadri del gruppo. È possibile candidarsi per un posto vacante a tempo determinato, ad es. per una sostituzione in caso di congedo maternità o congedo sabbatico. Tali posti sono pubblicati internamente in intranet in e-Recruiting, nel livello gerarchico «Cambiamento d’impiego temporaneo (CIT)». I collaboratori possono anche accordarsi con un collega o una collega per una job rotation a tempo determinato o inviare una candidatura spontanea per un CIT all’unità Personale, Reclutamento/occupazione (P13) all’indirizzo e-mail talent@posta.ch.

Risultati del sondaggio di gennaio

«Sareste interessati a cambiare temporaneamente d’impiego in seno alla Posta?»