Posta e sindacati trovano accordo sui nuovi CCL

Le trattative sui nuovi contratti collettivi (CCL) sono concluse. La Posta, il sindacato syndicom e l’associazione del personale transfair hanno raggiunto un accordo su un pacchetto globale che tiene conto sia delle esigenze dell’azienda, sia di quelle dei collaboratori.

24.03.2015
Testo: Verena Jolk
  • Girasole
  • Thomas Brönnimann

    Thomas Brönnimann, responsabile della delegazione negoziale, sostituto responsabile Personale: «Dopo una lunga fase di trattative, abbiamo negoziato per Posta CH SA, AutoPostale Svizzera SA e PostFinance SA dei CCL moderni e innovativi che tengono conto sia delle esigenze del personale, sia degli interessi dell’azienda».

  • Markus Klopfenstein

    Markus Klopfenstein, responsabile Personale PostLogistics: «Il nuovo CCL Posta CH SA consente a PostLogistics di sviluppare il modello di business di successo introdotto nel mercato dei pacchi e di restare l’indiscusso datore di lavoro numero uno nel settore della logistica dei pacchi. Tale esito è stato possibile solo perché ciascuno di noi è andato incontro all’altro. Spero che anche in futuro la Posta e i sindacati continuino a rispettare il partenariato sociale».

  • Markus Kessler

    Markus Kessler, responsabile Personale Rete postale e vendita: «Per l’unità Rete postale e vendita, il nuovo CCL costituisce un documento contrattuale che tiene conto anche della situazione di mercato nel commercio specializzato e al dettaglio nonché dei progressi fatti su temi centrali. Ora bisogna applicare correttamente le nuove condizioni quadro in tutte le unità di gestione e a tutti i livelli».

  • Philipp Pätzold

    Philipp Pätzold, responsabile Personale PostMail: «Per PostMail e per il personale, il nuovo CCL Posta CH rappresenta un altro passo avanti verso il futuro e ci aiuterà certamente ad avere successo anche negli anni a venire. Sfruttiamo quest’occasione!»

  • Valérie Schelker

    Valérie Schelker, responsabile Personale PostFinance: «Il CCL PostFinance SA costituisce un’importante conquista per noi e risponde alle aspettative di un istituto finanziario moderno che offre condizioni d’impiego socialmente responsabili. Per i collaboratori PostFinance resta un datore di lavoro orientato al lavoro e interessante».

  • Walter Marti

    Walter Marti, responsabile Personale: «Parallelamente al CCL, è stato negoziato un punto di centrale importanza: garantire le stesse condizioni d’impiego al personale conducente di AutoPostale Svizzera SA e agli imprenditori di AutoPostale. Si avvera così un desiderio a cui aspiravano da tempo tutte le parti coinvolte nelle trattative!»

La Posta, il sindacato syndicom e l’associazione del per-sonale transfair hanno concluso le trattative sui nuovi contratti collettivi di lavoro (CCL) per Posta CH SA, AutoPostale Svizzera SA e PostFinance SA, accordandosi su un pacchetto globale che tiene conto al contempo delle esigenze dei collaboratori e di quelle dell’azienda. Dovendo ancora essere convalidati dagli organi decisionali di tutte le parti sociali, tutti i risultati delle trattative sono da considerarsi provvisori fino alla ratifica in aprile 2015.

Trovate di seguito un elenco delle principali regolamentazioni, valide per tutte le SA.

Campo d’applicazione

- Tutti gli elementi fondamentali sono disciplinati nel quadro di una convenzione («CCL mantello»). I collaboratori di Posta CH SA, AutoPostale Svizzera SA e PostFinance SA beneficeranno di un CCL contenente sia le regolamentazioni del CCL mantello sia le specificazioni della rispettiva società del gruppo.

- Il nuovo CCL sarà valido per i collaboratori fino al livello di funzione (LF) 9; i collaboratori a partire dal LF 10, finora impiegati ai sensi del CCL, riceveranno nuovi contratti conformi alla regolamentazione dei quadri.

- Le ulteriori funzioni che oggigiorno esulano dal campo di applicazione di un CCL continueranno a esserne escluse. Per contro, saranno d’ora in poi regolamentate nel CCL le condizioni d’impiego delle persone in formazione, dei nuovi assunti e del personale ausiliario.

- Presso Posta CH SA e AutoPostale Svizzera SA non è ammesso assumere fuori dal CCL più del 10% del personale. Presso PostFinance, può inoltre essere escluso dal CCL il 5% del personale con un livello di funzione inferiore al LF10.

- I documenti contrattuali entreranno in vigore il 1o gennaio 2016 e saranno validi fino al 31 dicembre 2018.

Salario e indennità

- L’attuale sistema salariale rimane sostanzialmente invariato; vengono tuttavia soppresse le fasce salariali d’ingresso. Ora ci sono quattro regioni salariali.

- L’indennità del mercato del lavoro viene integrata nel salario attuale.

- Viene meno l’aumento automatico del salario in funzione della durata del servizio. Tuttavia in linea di massima il relativo monte salari viene reso disponibile per misure salariali individuali nel quadro delle trattative salariali annuali, in base a prestazione e posizione nella fascia salariale.

- In futuro le indennità per lavoro notturno e domenicale, servizio di picchetto e determinate indennità complementari saranno assicurate nella cassa pensioni.

- L’attuale personale ausiliario e i nuovi assunti beneficeranno di vacanze e indennità conformemente al nuovo CCL. Il personale addetto al recapito di PL riceverà un’indennità per le spese.

- L'indennità per il servizio a domicilio sarà mantenuta nel 2016 e sarà soppressa il 1° gennaio 2017. I collaboratori che nel 2016 avranno beneficiato di tale indennità, nel 2017 riceveranno una compensazione del 150%.

Vacanze, giorni festivi e premi fedeltà

- D’ora in poi, il personale beneficerà di un congedo per paternità e adozione di dieci giorni (contro gli attuali due), mentre il congedo maternità viene esteso da 16 a 18 settimane.

- In futuro, i giorni festivi retribuiti saranno nove. Se in una località sono previsti più di nove giorni festivi, bisognerà attingere dai crediti ore (ore supplementari, lavoro straordinario, orario di lavoro flessibile o vacanze). Se i giorni festivi cadono di domenica o in un giorno della settimana libero per i collaboratori, questi ultimi avranno diritto a recuperarli.

- D’ora in poi, il premio fedeltà sarà corrisposto già dopo cinque anni di servizio e a seguire ogni cinque anni. Il personale avrà la possibilità di scegliere tra una settimana di vacanze oppure 1500 franchi.

- I collaboratori che, mentre è in vigore il nuovo CCL, hanno terminato il 20° anno di servizio, avranno diritto a tre settimane supplementari di vacanze.

- I collaboratori che, mentre è in vigore il nuovo CCL, hanno terminato il 25°, 30°, 35°, 40°, 45° o 50° anno di servizio, avranno diritto a quattro settimane supplementari di vacanze. Questa regolamentazione troverà applicazione durante tutto il periodo di validità del nuovo CCL. È esclusa ogni forma di compensazione sotto forma di prestazioni pecuniarie.

- I collaboratori assunti tra il 1° gennaio 2009 e il 31 dicembre 2010 riceveranno all’inizio del 2016 un premio fedeltà una tantum di 500 franchi.

Protezione contro il licenziamento, piano sociale

- Decade l’obbligo di riassunzione in caso di licenziamento abusivo e viene introdotta un’indennità massima di 12 mensilità.

- Prima del licenziamento deve essere obbligatoriamente inviato un avvertimento.

- I collaboratori con un contratto di lavoro non disdetto che hanno compiuto 50 anni di età e maturato 20 anni di servizio, possono richiedere un prolungamento del termine di disdetta a cinque mesi.

- Il piano sociale rimane invariato.

- Sono state negoziate anche le condizioni d’impiego per il personale conducente degli imprenditori di AutoPostale con regolamento del personale che sono sostanzialmente identiche a quelle del personale conducente di AutoPostale Svizzera SA (stesso sistema salariale, misure salariali, indennità, vacanze).

Invio dei contratti individuali di lavoro a maggio/giugno

- I collaboratori impiegati ai sensi del CCL riceveranno i loro nuovi contratti individuali di lavoro e il nuovo CCL per posta alla fine di maggio. I collaboratori a partire dal livello di funzione 10, finora impiegati ai sensi del CCL ma soggetto in futuro alla nuova regolamentazione dei quadri, riceveranno i loro contratti a giugno. Le condizioni d’impiego per i quadri medi, tuttora in fase di elaborazione, saranno comunicate per tempo.

Trattative concernenti altre società del gruppo

- In seguito alla ratifica saranno avviate le trattative sulle condizioni d’impiego di altre società del gruppo – tra cui DMC, Epsilon, SecurePost e IMS – con conclusione prevista entro la fine del 2015.

Misure salariali fissate per il 2016

Nel quadro delle trattative per il CCL sono anche già state fissate le misure salariali per il 2016.

- Posta CH SA e PostFinance SA: 0,6% della massa salariale è destinata alla rimunerazione individuale orientata al rendimento. Inoltre, i collaboratori riceveranno un versamento una tantum di 400 franchi.

- AutoPostale Svizzera SA: 0,4% della massa salariale è destinata alla rimunerazione individuale orientata al rendimento.

Ancora dubbi sul CCL?

Trovate ulteriori ragguagli sulle trattative per il CCL in intranet all’indirizzo pww.post.ch/nuovoccl

Scriveteci la vostra opinione sul nuovo CCL

pww.post.ch/giornaledelpersonale Una selezione dei pareri pervenuti sarà pubblicata nel prossimo numero del giornale del personale