PostFinance punta sulla blockchain

PostFinance ed Energie Wasser Bern (ewb) lanciano via blockchain la fattura «smart» del consumo energetico.

01.05.2018
Testo: Sandra Gonseth; Foto: Nico Tschurtschenthaler
Impianto fotovoltaico a Berna

La bolletta della corrente di questa casa plurifamiliare a Berna viene calcolata in modo automatico via blockchain.

Forse avete già sentito parlare della tecnologia blockchain. Si tratta di banche dati capaci di gestire e trattare dati senza un’istanza di controllo centrale, ad esempio una banca. Le transazioni tra un partecipante A e un partecipante B sono visibili a tutti, ma il singolo partecipante resta anonimo. Un esempio eclatante di questo tipo di operazioni è dato dalle criptovalute, come i bitcoin. La tecnologia blockchain, però, non viene utilizzata solo nel settore finanziario, ma anche in molti altri ambiti, come il settore energetico.

Calcolo automatico della corrente prodotta

Proprio in questo settore, PostFinance ha lanciato un progetto pilota insieme a ewb. «Abbiamo cercato possibilità di applicazione concrete per soluzioni blockchain, trovandole nel settore energetico», dichiara il responsabile di progetto, Matthias Egli. Con la nuova legge sull’energia, i proprietari delle abitazioni dotate di impianti fotovoltaici sul tetto possono calcolare automaticamente la corrente prodotta dai loro inquilini. Ed è proprio qui che entra in gioco la soluzione innovativa: via blockchain, tale calcolo viene effettuato in modo automatico. I vantaggi sono evidenti: «Il calcolo via blockchain passa automaticamente dal contatore al conto ed è semplice, trasparente e sicuro», spiega Matthias Egli. E altrettanto semplice, trasparente e sicura sembra essere anche la fatturazione.

Una tecnologia che guarda al futuro

Ma perché PostFinance punta sulla blockchain? «Seguiamo con grande interesse questa tecnologia che guarda al futuro», afferma Thomas Goetz, responsabile Architettura IT presso PostFinance. PostFinance dispone infatti di un processo innovativo affermato in cui viene testata anche l’attuabilità della tecnologia blockchain e delle criptovalute. Uno degli obiettivi di questa possibilità di attuazione nel settore energetico è accumulare, entro la fine dell’anno, esperienza per soluzioni di pagamento e fatturazione future. Se il risultato sarà positivo, non ci saranno ostacoli all’introduzione sul mercato. La tecnologia blockchain potrebbe fare il suo ingresso anche in altri settori di PostFinance. Significa forse che sarà presto possibile acquistare criptovalute come i bitcoin presso PostFinance? Chissà... Attualmente stiamo valutando se e in quale forma PostFinance può offrire ai suoi clienti la possibilità di gestire conti o negoziare con le criptovalute.

«Fatturazione semplice ed efficiente nel settore energetico sulla base della tecnologia blockchain»