Menti geniali per idee innovative

«Cerchiamo le vostre idee»: è all’insegna di questo motto che l’estate scorsa è stata lanciata la campagna PostVenture17. Ora vengono premiate le migliori proposte elaborate internamente.

Edizione 12/2017
Testo: Dominic Bruce
  • Léa Schüpbach, prima classificata.

  • I vincitori di PostVenture 2017.

  • Claudia Pletscher, resp. Innovazione Posta.

  • Roland Keller

Anche le aziende hanno bisogno di nuovi impulsi e di menti fresche. Ed è per questo che, ad agosto, la Posta ha invitato tutti i collaboratori a presentare idee commerciali innovative. Le quattro migliori proposte, premiate il 7 dicembre, dimostrano l’enorme potenziale creativo dei collaboratori della Posta. Come ringraziamento per l’impegno dimostrato, la Posta invita le menti che hanno concepito le idee premiate a partecipare a un viaggio formativo nella Silicon Valley.

Il primo premio è stato assegnato all’idea che ha maggiormente convinto la giuria: «Dynamic Pricing» di Léa Schüpbach, che punta a offrire ai clienti commerciali invii in grandi quantità in formato B2 di buona qualità e a un prezzo ancora più conveniente. La sua riflessione: in futuro il prezzo verrà rideterminato ogni giorno sulla base di parametri come il grado di utilizzo, mentre il giorno di recapito passerà in secondo piano.

Con la loro idea «Intrabot», Jannick Mischler e Andrea Marrazzo propongono di ottimizzare la logistica interna dei clienti attraverso l’utilizzo di robot indoor. Dalla Posta ci si aspetta che, in veste di fornitore di servizi, metta a disposizione le conoscenze specialistiche di cui dispone.

Ancora oggi i volantini sono tra le principali misure pubblicitarie utilizzate. Con la sua idea commerciale «Hybrid Flyer», Thierry Recher consente alle aziende di stampare i propri volantini con pochi clic e distribuirli a economie domestiche selezionate. In questo caso, la Posta assumerebbe il ruolo di impresa generale.

Attualmente la gestione delle merci provenienti dalla concorrenza è spesso limitata. Grazie ad Andrea Zürcher, Patrick Erni e Thomas Plociennik e alla loro idea di un indirizzo per il deposito di pacchi con recapito a piacimento, gli acquirenti online potranno beneficiare in futuro del recapito flessibile anche quando la spedizione di merce non avviene tramite la Posta ma attraverso altri operatori logistici.

Oltre ai quattro progetti vincitori interni sono state selezionate anche sei idee commerciali esterne. La Posta mette a disposizione di tutti e dieci i team 50 000 franchi per permettere di elaborare in modo approfondito i rispettivi progetti.

Maggiori informazioni in intranet pww.post.ch/postventure