«Andare incontro alla gente senza pregiudizi»

Nei pop-up store di PostFinance non vengono impiegati solo collaboratori delle filiali, ma anche membri della direzione e del comitato di direzione. Tutti apprezzano il contatto con i clienti e l'opportunità di diversificare il lavoro quotidiano.

29.01.2019
Testo: Karin Egger
  • La consulente clienti Sinthuya Mylvaganam dialoga con una cliente

    Sinthuya Mylvaganam, consulente clienti della filiale Olten, ha lavorato nel pop-up store di Lucerna.

  • ((SOLO ONLINE)) Il pop-up store di Lucerna

    Sylvie Meyer, responsabile Retail e membro del comitato di direzione PostFinance, ha lavorato nel pop-up store.

In svariati settori quali l’abbigliamento, l’arredamento e il design, sono sempre più frequenti i «pop-up store», negozi che si installano in un determinato luogo per alcune settimane con lo scopo di attirare la clientela di passaggio. PostFinance vuole essere da meno e con i suoi punti vendita, generalmente nelle stazioni, prova ad avvicinare i clienti ai suoi servizi digitali.

A proprio agio

Ecco quindi che entrano in gioco i collaboratori delle filiali, come Sinthuya Mylvaganam di Olten (cfr. foto): «All’inizio ero un po’ restia all’idea di dover fermare i passanti nell’atrio della stazione di Lucerna, ma le inibizioni sono svanite in un battibaleno». Oriana Irminger di Oerlikon ha avuto un’esperienza analoga: «Si deve semplicemente andare incontro alle persone senza pregiudizi». Anche il comitato di direzione e i membri della direzione hanno sondato il terreno. «Ammiro i collaboratori che si impegnano ogni giorno per offrire ai clienti un’esperienza positiva», ha affermato la responsabile Retail Sylvie Meyer, sorpresa dalla varietà dei clienti. Helene Müller, responsabile «move2digital», ha apprezzato lo spirito dell’iniziativa: «Nello stand eravamo in quattro, una vera e propria squadra in cui ognuno faceva il tifo per gli altri».

((SOLO ONLINE)) Nel 2019 i pop-up store approderanno anche nei centri commerciali e alle fiere.