«Profital non è una forma di concorrenza»

Il primo anno di Profital: il direttore Raphael Thommen racconta in un’intervista l’evoluzione dell’app.

03.12.2018
Testo: Manuela Hess
  • Raphael Thommen

    Raphael Thommen

Nel primo anno sono stati letti oltre 14 milioni di volantini su Profital, che vanta complessivamente più di 250 000 utenti attivi. Questo risultato è in linea con le vostre aspettative?

Le nostre aspettative sono state superate. Non avevamo previsto che Profital si sarebbe affermata così in fretta sul mercato svizzero. Praticamente fin dall’inizio figuriamo stabilmente tra le 15 principali app per lo shopping svizzere, insieme a colossi internazionali come Zalando e ai giganti svizzeri Migros e Coop.

Profital mette a disposizione i volantini in formato digitale. Per quale motivo i clienti commerciali dovrebbero puntare su questa soluzione anziché sulla pubblicità tradizionale?

I clienti commerciali non scelgono tra pubblicità digitale e pubblicità cartacea, ma beneficiano dei vantaggi che derivano dall’abbinamento dei due canali. Completando l’offerta PromoPost cartacea, Profital offre ai commercianti la possibilità di ampliare il proprio bacino d’utenza e di rivolgersi a un altro gruppo target.

Ma ciò non finisce per compromettere l’attività svolta dalla Posta con gli invii pubblicitari cartacei?

Assolutamente no: Profital è un’integrazione di PromoPost e un’evoluzione digitale, non una forma di concorrenza. L’app è utilizzata soprattutto dai giovanissimi delle città, proprio dove la percentuale di adesivi «Niente pubblicità per favore» è superiore alla media. Il fatto che Profital costituisca una buona integrazione è dimostrato anche dalle nostre valutazioni: gran parte degli utenti che leggono i volantini su Profital non li ricevono anche in formato cartaceo, utilizzano l’adesivo «Niente pubblicità per favore» oppure prediligono i canali d’informazione digitali. I gruppi target quindi non sono gli stessi, ma si completano. Gli altri consumatori desiderano ricevere sia volantini cartacei sia digitali, optando quindi per una soluzione «ibrida». Anch’io rientro in questo gruppo: quando sono a casa, a tavola mi piace guardare i volantini cartacei. Ma essendo spesso fuori, utilizzo Profital per informarmi sulle offerte in corso.

Quali vantaggi trae dunque la Posta da Profital?

Grazie a Profital, la Posta potrà rafforzare l’importanza del volantino come mezzo pubblicitario anche in futuro e consolidare la sua posizione di operatore leader nel recapito di invii pubblicitari. La Posta trae anche vantaggi a livello finanziario: nonostante l’app sia gratuita per gli utenti, i clienti commerciali pagano per ogni volantino che viene letto.

A proposito di Profital

Con l’app Profital e attraverso il portale profital.ch, gli utenti possono consultare in modo semplice e chiaro gli ultimi volantini e le promozioni in corso nei negozi della loro zona. Profital rientra nell’attività complementare «comunicazione cross-channel», lanciata nel 2017 nell’ambito della nuova strategia PostMail, con l’obiettivo di sviluppare nuovi canali pubblicitari digitali in grado di completare il core business (lettere, merci di piccole dimensioni e invii pubblicitari) e rafforzare l’offerta di PostMail nel suo complesso.