Improvvisamente sotto i riflettori

Nell'ambito dell’attuale campagna per clienti privati, dodici collaboratori parlano del loro lavoro quotidiano e raccontano alcuni aneddoti interessanti.

24.09.2018
Testo: Claudia Langenegger; Foto: Daniel Shea
  • Andreas Tschalèr gestisce la filiale ad Andeer. È un piacere per lui poter mostrare il suo grazioso paese nella nuova campagna clienti privati.

    Andreas Tschalèr gestisce la filiale ad Andeer. È un piacere per lui poter mostrare il suo grazioso paese nella nuova campagna clienti privati.

  • Sempre rilassato, pieno di slancio e senza paura degli estranei: il collaboratore dell’Oberland, Bobby Frutiger, è perfetto per il servizio fotografico.

    Sempre rilassato, pieno di slancio e senza paura degli estranei: il collaboratore dell’Oberland, Bobby Frutiger, è perfetto per il servizio fotografico.

  • Renate Salvisberger è conosciuta nel quartiere Lorraine di Berna: ogni giorno consegna qui la posta.

    Renate Salvisberger è conosciuta nel quartiere Lorraine di Berna: ogni giorno consegna qui la posta.

  • Nina Josic lavora spesso di notte nel Centro pacchi Härkingen.

    Nina Josic lavora spesso di notte nel Centro pacchi Härkingen.

L’addetta al recapito Renate conosce per nome molti clienti nel quartiere Lorraine di Berna, l’addetta alla codifica Nina scansiona ogni tipo di pacco nel Centro pacchi Härkingen, il conducente AutoPostale Bobby scarrozza con allegria i suoi passeggeri nell’Oberland bernese, il consulente clienti Andreas gestisce la filiale di Andeer (Cantone dei Grigioni) ed è a disposizione degli abitanti del suo paesino sei giorni alla settimana. I quattro collaboratori hanno due cose in comune: svolgono il proprio lavoro con passione e incredibile impegno. Sono loro i protagonisti della nuova campagna, all’insegna del motto «La Posta c’è. Per tutti», che sarà trasmessa dal 24 settembre in tutta la Svizzera. Nei brevi video che li ritraggono presentano il loro lavoro, raccontando aneddoti interessanti. All'indirizzo posta.ch/per-tutti.ch è possibile leggere le loro storie. Ad alcuni di loro abbiamo chiesto come è stato posare per il servizio fotografico della campagna. Uno sguardo dietro le quinte.

Andreas Tschalèr, consulente clienti.

Ha iniziato 43 anni fa alla Sihlpost di Zurigo e ha lavorato per 19 anni a Rhäzüns. Da cinque dirige la Posta di Andeer. «Ho partecipato alla campagna perché trovo straordinario poter mostrare Andeer, un meraviglioso paesino incastonato tra le montagne grigionesi. Qui la vicinanza alle persone è ancora molto sentita. Inoltre è stata un’esperienza interessante perché non mi era mai capitato di partecipare a niente del genere. Il team di ripresa è stato fantastico e molto simpatico. Amo il mio lavoro, entro in contatto con tutti in paese e ho un vivace scambio con le persone. Gestisco la filiale di Andeer da solo e lavoro solitamente sei giorni alla settimana».

Renate Salvisberg, addetta al recapito.

Lavora nei quartieri bernesi di Lorraine e Spitalacker. «Mi è stato chiesto di partecipare alla campagna e ho pensato che potesse essere divertente e interessante. Il servizio fotografico è durato circa tre ore e mezza. Essere postina è un mestiere bello e molto vario. Non avevo neanche iniziato il giro nel quartiere Lorraine di Berna che già sentivo di appartenervi. Mi ha stupito che fosse così anche in città. È molto familiare e ci si sostiene a vicenda».

Nina Josic, Centro pacchi Härkingen.

Scansiona i pacchi e lavora di giorno o di notte, a seconda del turno settimanale. «È stato fantastico partecipare. Inizialmente avevo un po’ di paura, era la prima volta che partecipavo a qualcosa del genere. Ma il team di ripresa è stato molto gentile e ha creato un’atmosfera davvero piacevole. I miei colleghi erano molto curiosi, inizialmente hanno solo guardato interessati, poi hanno anche preso parte al filmato».

Bobby Frutiger, conducente AutoPostale.

Bobby è attivo a Lauterbrunnen e dintorni. Il suo motto: «Keep smiling». Al gioviale collaboratore dell’Oberland sfuggono spesso frasi in inglese, dato che per sei mesi ha vissuto negli Stati Uniti. «È stato grandioso. Inizialmente ero scettico, perché so che i servizi fotografici possono essere snervanti. Il team tuttavia era molto rilassato e simpatico. Il fotografo sapeva con esattezza ciò che voleva e dove dovevo posizionarmi. Abbiamo girato a Isenfluh, perché offre una vista sulle montagne «absolutely Paradise». All’intervista video del pomeriggio ero molto nervoso. Ma è andata bene, o perlomeno così mi è sembrato! Una giornata meravigliosa, lo rifarei immediatamente».

Partecipare e vincere

Con il vostro impegno, voi collaboratori siete il volto della Posta. Quali sono le esperienze che fate ogni giorno? Che cosa significa per voi essere presenti per le persone del vostro quartiere, della vostra regione? Il vostro impegno quotidiano è prezioso, le vostre storie sono importanti.

Raccontateci gli aneddoti di cui siete stati protagonisti come team o da soli. Caricateli come testi, immagini o video sul sito posta.ch/noi-per-tutti. Le tre storie che avranno raccolto il maggior numero di like vinceranno fantastici premi, come un contributo per un evento del team del valore di 500 franchi oppure una cena con il direttore generale Ulrich Hurni. Cosa state aspettando?